Obiettivi e azioni

Obiettivi

- Favorire l'informazione sulla protezione giuridica e sostenere l'istituto dell'amministrazione di sostegno, sperimentando e diffondendo forme di intervento che valorizzino l'apporto del volontariato.
- Costruire condizioni che rendano possibile la presenza continuativa del volontariato, concordando regole di governo, partecipazione, comunicazione, collaborazione e indirizzi per dare continuità e sostenibilità alla Rete Fianco a Fianco.
- Mantenere la caratteristica di prossimità e di intervento volontario offrendo collaborazione affidabile alle istituzioni, senza porsi in una posizione di surroga dei loro compiti.
- Sostenere, collegare e favorire la partecipazione delle Organizzazioni che fanno parte della Rete.
- Ampliare la rete delle organizzazioni del Terzo Settore aderenti alla Rete favorendo l'ingresso di nuove organizzazioni, avendo cura di promuovere azioni che contribuiscano a rigenerare l'apporto del volontariato attraverso la formazione, l'aggiornamento, la sensibilizzazione.
- Rappresentare e promuovere il volontariato che si prende carico di sviluppare l'amministrazione di sostegno, promuovendone il protagonismo nella società e nelle comunità locali.
- Informare, sensibilizzare, comunicare in tema di tutela giuridica e amministrazione di sostegno affinché si diffondano conoscenze puntuali e corrette.
- Realizzare attività di formazione e aggiornamento rivolte a volontari e associazioni, famigliari, operatori e professionisti, istituzioni.
- Gestire in collaborazione con le istituzioni preposte, ciascuno nel rispetto dei propri ruoli, sportelli di informazione, di orientamento, e di consulenza sul territorio.
- Offrire supporto, accompagnamento, formazione, consulenza, raccordo ai volontari e alle associazioni impegnate in interventi di amministrazione di sostegno.
- Collaborare con le istituzioni pubbliche e private interessate, con azioni concrete volte a consolidare gli istituti di tutela giuridica.
- Sviluppare un'interlocuzione aperta con le istituzioni nel rispetto delle reciproche autonomie e riconoscendo i rispettivi mandati istituzionali.
- Consolidare la collaborazione con il Tribunale accompagnando le necessarie evoluzioni nelle forme che verranno progressivamente sperimentate.

Azioni

1) Sensibilizzazione e formazione delle persone fragili e delle famiglie sulla legge 6/2004 e sul significato della protezione giuridica per:
a. aiutare i soggetti fragili a maturare ove possibile la scelta della protezione giuridica per se stessi,
b. aiutare la famiglia ad assumersi le proprie responsabilità attraverso lo sviluppo delle competenze necessarie all'assunzione del ruolo di amministratore di sostegno,
c. aiutare la famiglia, dove necessario, a progettare il "dopo di noi" identificando la persona di fiducia cui affidare la rappresentanza giuridica del congiunto.

2) Sensibilizzazione, reperimento , formazione e aggiornamento di volontari sulla legge 6/2004 disponibili ad iscriversi nell'elenco degli AdS volontari della ASL MB in modo da:
a. assicurare Amministratori di Sostegno, persone vere accanto a beneficiari persone vere,
b. fornire una risorsa ai servizi sociali che devono promuovere ricorsi d'ufficio (possibilità per il candidato AdS di aderire preventivamente al progetto di vita del beneficiario, inserendosi nel suo progetto individualizzato e divenendone parte attiva).
c. Assicurare una formazione di base per i volontari AdS
d. Assicurare momenti periodici di aggiornamento/ supervisione ai volontari della Rete

3) sviluppo delle competenze delle Organizzazioni del Terzo Settore finalizzate alla:
a. promozione di iniziative atte al reperimento di AdS volontari; 
b. gestione diretta da parte delle associazioni delle Amministrazioni di Sostegno

4) supporto concreto e professionale per la predisposizione dei ricorsi, e per la gestione dei compiti di tutela:
a. supporto alle famiglie e ai soggetti fragili nella fase di presentazione del ricorso ;
b. supporto ai servizi sociali e sanitari, pubblici e privati, che devono predisporre i ricorsi ;
c. supporto alle famiglie e ai volontari per la gestione concreta del ruolo.

5) Aggiornamento / Formazione sia del personale addetto ai servizi sia degli operatori sociali territoriali .
Formazione e aggiornamento rivolta agli operatori sociali verranno progettati e promossi in collaborazione con istituzioni che fanno parte della rete istituzionale, con la Provincia MB e la ASL.

6) Informazione, sensibilizzazione, divulgazione
- Attività di informazione nell'ambito del volontariato sull'istituto dell'amministrazione di sostegno.
- Partecipazione e sostegno ad attività di informazione e di sensibilizzazione pubblica sulla tutela giuridica e sull'istituto della amministrazione di sostegno.

7) Reclutamento nuovi volontari
La Rete in collaborazione con le associazioni di volontariato che ne fanno parte curerà il reclutamento di nuovi volontari disponibili a intervenire:
a. in qualità di amministratori di sostegno volontari;
b. in qualità di volontari operativi presso gli sportelli istituzionali di prossimità degli ambiti territoriali della provincia MB.
c. in qualità di volontari in affiancamento agli amministratori di sostegno istituzionali.

8) Sostegno e accompagnamento ai volontari
La si impegna ad offrire consulenze ad hoc ai volontari che operano nel campo della protezione giuridica.

9) Auto-Mutuo-Aiuto (AMA)
La Rete Fianco a Fianco lavorerà per promuovere la costituzione di gruppi di automutuoaiuto tra amministratori di sostegno.

10) Promozione e partecipazione alla rete istituzionale
La Rete si impegna a:
- Partecipare al gruppo operativo della volontaria giurisdizione;
- sollecitare e promuovere la costituzione e il raccordo della rete istituzionale, mediante protocolli che formalizzino il ruolo e le responsabilità dei diversi soggetti.

11) Gestione degli sportelli di prossimità in collaborazione con le istituzioni
La Rete conferma la collaborazione nella gestione degli sportelli di prossimità istituzionali , fermo restando la responsabilità istituzionale derivante dagli accordi sottoscritti con il Tribunale, promuovendo la ricerca di volontari, impegnandosi nella loro formazione, garantendo loro una supervisione/consulenza.

12) Partecipazione al coordinamento regionale delle reti associative dell'AdS
La Rete aderisce al Coordinamento Regionale delle reti AdS , ne condivide le finalità e si impegna nella realizzazione delle attività concordate.

 

Iscrizione Newsletter